Osteopatia

COS’E’ L’OSTEOPATIA?

L’osteopatia è una medicina manuale complementare fondata sulla conoscenza precisa della fisiologia, della biomeccanica e dell’ anatomia del corpo umano che cerca di localizzare e trattare la causa del dolore oltre ai sintomi.

L’osteopata si avvale dell’esclusivo utilizzo delle mani, analizza la mobilità delle varie aree del corpo, in maniera complessiva e specifica, al fine di individuare le restrizioni di movimento e, tramite un approccio causale, usa tecniche specifiche con il fine di ripristinare la loro mobilità, in un ottica di riequilibrio funzionale generale, non solo sintomatico, dei disturbi della persona.

L’approccio osteopatico ha come obiettivo quello di ottimizzare i processi fisiologici e stimolare la naturale tendenza intrinseca del corpo verso l’auto guarigione. L’attenzione del terapeuta è perciò rivolta all’individuo, alla sua salute e alla ricerca della causa della perdita dell’omeostasi del paziente.

A CHI E’ RIVOLTA?

Il trattamento osteopatico è indicato per ogni fascia d’età e per numerosi disturbi dell’ apparato muscoloscheletrico e degli altri sistemi del corpo. E’ inoltre considerato una forma di prevenzione in quanto ha come scopo ristabilire un miglior equilibrio e funzionamento dell’organismo. Principali campi di applicazione dei trattamenti osteopatici:

  • Disturbi muscolari ed articolari, lombalgia, dorsalgia, cervicalgia, disturbi derivati da asimmetrie e scoliosi, ernia discale, protusione, sciatalgia, tendiniti, dolenzia e rigidità.
  • Disturbi legati alla postura ed alla sedentarietà con dolenzia muscolare ed articolare, disturbi fisici che si presentano sul posto di lavoro.
  • Pazienti nella terza età, rivolto alle persone anziane per recuperare mobilità e scioltezza nei movimenti.
  • Ambito pediatrico, valutazione e correzione posturale, otiti, reflusso e disturbi neonatali, sinusiti.
  • Ambito ginecologico, correzione e gestione dei cambiamenti a cui va incontro la donna in gravidanza, RGE, lombalgia.
  • Paziente sportivo, per migliorare la condizione fisica, le prestazioni e prevenire gli infortuni
  • Recupero funzionale post operatorio, recupero mobilità, trattamento delle aderenze cicatriziali
  • A seguito di traumi ed incidenti, trattamento cefalee, emicranie e dolori a seguito di colpi di frusta
  • Disturbi dell’apparato digerente, respiratorio, urinario,stomatognatico

QUALI SONO I BENEFICI?

  • Miglioramento del benessere e della salute
  • Individuazione della causa, abbassamento della probabilità di recidive
  • Riduzione del dolore, della rigidità e miglioramento della mobilità
  • Ritorno alle attività quotidiane
  • Miglioramento della postura e correzione vizi posturali

LA PRIMA VISITA OSTEOPATICA

La prima visita ha una durata maggiore rispetto al trattamento, circa 60’/90′, e prevede una iniziale ed accurata anamnesi, ossia viene svolto un colloquio dove vengono formulate varie domande riguardo alla storia del paziente, alla postura che adotta, ai vari traumi, problematiche e malattie, vengono visionati esami strumentali e visite per avere più chiaro il quadro clinico del paziente. Vengono poi eseguiti test osteopatici, chinesiologici, valutazioni posturali, della mobilità e palpatorie. Lo scopo della prima visita è quello di individuare le aree disfunzionali del paziente, al fine di eseguire un primo trattamento efficace, eseguito già dal primo incontro.

IL TRATTAMENTO

Le sedute successive alla prima hanno una durata di 60′, viene rivalutata la condizione del paziente ed i cambiamenti che ci sono stati dalle sedute precedenti. Il trattamento vero e proprio è esclusivamente manuale, con l’uso di tecniche osteopatiche di tipo biomeccanico articolatorio, muscolari, viscerali, cranio-sacrali. Generalmente si percepisce un miglioramento dalla prima seduta delle condizioni del paziente. Non si svolgono cicli prestabiliti di sedute, ma il loro numero dipende dall’evoluzione della situazione. In media il numero delle sedute svolte nel breve termine è intorno alle 3/4.